Takayama, la città nel cuore delle Alpi Giapponesi

IMG_20171114_144028

Nel cuore delle Alpi Giapponesi sorge la città di Takayama. Non mi soffermerò a descrivere tutte le attrazioni turistiche che è possibile vedere in questa zona, ma cercherò brevemente di raccontare le mie impressioni di questo luogo apparentemente dimenticato dai turisti.
Prima di partire per il Giappone e di visitare le sue due più grandi e famose città, Tokyo e Kyoto, io e il mio compagno di viaggio eravamo decisi di fare un’esperienza nel cuore della tradizione giapponese e quindi di visitare un luogo dove tale spirito non si fosse ancora perso a discapito dell’innovazione tecnologica e urbanistica. Solitamente quando si fa una scelta di questo tipo si è portati a vedere la più famosa Shirakawa-go comunque vicino a Takayama e raggiungibile da qui in autobus; tuttavia la città di Takayama, a differenza della vicina e più famosa Shirakawa-go, è in grado di regalare delle emozioni che quella non è in grado di fare proprio, appunto, per la sua minore popolarità.
La città è scarsamente visitata dai turisti occidentali e in generale dalle altre folle di turisti che, se presenti, preferiscono comunque visitare le aree più commerciali e famose della città piene di negozietti tipici e di locali dove è possibile mangiare dell’ottimo street food. Tuttavia, a parte queste vie la città ha un suo fascino tutto particolare che può essere sperimentato soprattutto nelle prime ore mattutine e nel tardo pomeriggio.
Al nostro arrivo in città appena dopo le 18.00 la città era già quasi del tutto vuota e avevamo l’impressione di camminare quasi in una città fantasma. La scarsa presenza di locali e la leggere nebbia prodotta dalle montagne circostanti che sovrastavano la città creavano le condizioni perfette per un set di un film thriller, ma che a me e al mio compagno intrigava molto.
A Takayama, come in tutte le altre città giapponesi, quando si cammina per strada – e soprattutto per le viuzze dove si trovano le residenze giapponesi – si ha la completa sensazione di trovarsi nel luogo più sicuro al mondo e tutto quel silenzio circostante contribuisce ad alimentare quella sensazione di pace e benessere interiore che è possibile vivere in questa terra.

sdr
La città non era granché illuminata e quasi tutte le attività commerciali erano chiuse (scoprimmo poi dopo che vi era l’abitudine di aprire alle 9.00 e chiudere alle 17.00, fatta eccezione per il mercato mattutino già operativo dalle 6.00 e qualche ristorante che temerariamente si spingeva fino alle 20.00!!!). Queste abitudini lavorative giapponesi si conciliavano perfettamente con le nostre non solo perché avevamo l’abitudine di alzarci molto presto per visitare tutto il visitabile, ma anche perché preferivamo cenare presto per poter fare un giro veloce nelle vie desolate della città.
Essendo una città piccola e poco turistica la gente locale non parla l’inglese eppure è molto disponibile. Abbiamo avuto l’onore, la prima sera, di fare una foto con una famiglia giapponese tutta vestita in kimono, abbiamo fatto amicizia con il cuoco-pugile che per due sere ci ha servito della carne buonissima e del fantastico ramen di cui divenimmo dipendenti, abbiamo ricevuto le più divertenti indicazioni stradali da ausiliari del traffico di una certa età e siamo stati scortati da una giovane ragazza alla nostra meta nonostante questa fosse di fretta e malgrado la sua direzione fosse completamente opposta alla nostra! Ancora oggi mi dispiace di aver rubato a quella ragazza 10 min della sua impegnata giornata, ma tutto ciò è il segno della immensa ospitalità che ricevemmo in quelle due settimane in Giappone e, tutto ciò, contribuì a rafforzare quel sentimento di ricambio nei confronti del popolo giapponese.

dig

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...